Le incombenze finanziarie per l’iscrizione alla serie B

Le Società devono depositare, entro il termine perentorio delle ore 12:00 del 3 settembre 2015 presso la LNP, una fideiussione bancaria a favore di LNP, redatta in base al modello predefinito, con scadenza 31 LUGLIO 2016 per l’importo di € 20.000,00. In alternativa alla presentazione della suddetta fideiussione, le Società possono effettuare un deposito cauzionale infruttifero, attraverso bonifico, di analoga entità (€ 20.000,00) a favore di LNP, sempre entro il termine perentorio del 3 settembre 2015.

L’importo della fideiussione per l’anno sportivo 2016/2017 sarà di € 30.000,00. La fideiussione e il deposito cauzionale, in caso di escussione parziale o totale, devono essere reintegrati entro 30 giorni nella loro interezza. In caso di mancato reintegro viene comminata un’ammenda di € 5.000,00. In caso di ogni ulteriore mancato reintegro nei 30 giorni successivi la Società verrà sanzionata ogni volta con 2 punti di penalizzazione ed un’ammenda di € 10.000,00. La fideiussione è inoltre posta a garanzia dell’adempimento delle obbligazioni di pagamento contenute in provvedimenti di ingiunzione e/o lodi arbitrali, resi esecutivi dalla CVA, e può essere escussa, una volta decorso inutilmente il termine assegnato per l’adempimento. La LNP verificherà la conformità della fideiussione e/o dei depositi cauzionali alle disposizioni di cui sopra, ed invierà alla FIP entro il 13 luglio 2015 l’elenco delle fidejussioni e/o dei depositi effettuati Nel caso di mancato deposito presso la LNP della fideiussione e/o del deposito cauzionale entro i termini stabiliti, la FIP non iscriverà la Società al campionato. Oltre alla fideiussione questi gli altri costi per l’iscrizione.

Costi Servizi – Serie B

Quota funzionamento struttura euro 1.100

Progetto Video: euro 1.800

Inserimento video on line attivazione e gestione web tv Utilizzo software per rilevazione statistiche euro 1.300

TOTALE euro 4.200

Da versare a LNP in tre rate di pari importo entro le scadenze del: 30 luglio – 2015, 30 dicembre 2015, 30 marzo 2016

E’ ufficiale: il play pordenonese Matteo Varuzza si è accasato a San Vendemiano

Una scelta ponderata quella di Matteo Varuzza (nella foto con il presidente del club trevigiano Guberti). Il play dopo una lunga militanza nelle fila del basket pordenonese lascia la città per accasarsi in serie C a San Vendemiano. In molti hanno polemizzato a lvaruungo negli anni sulle prestazioni del giocatore, addirittura spedito in C2 ai tempi della B di Drvaric e in tribuna ai tempi di Romanin. Decisioni e commenti decisamente fuori luogo, trattasi di uno dei migliori di sempre del nostro movimento, Matteo ha sempre mostrato attaccamento alla maglia e lo dimostrano le molte partite giocate ad alto livello. Una società, quella veneta, che ha già accolto un’altra bandiera del nostro basket, Andrea Muner, e che punta a disputare un campionato di alta classifica. Il presidente, Antonio Guberti, ha centrato dunque l’obiettivo, serviva un play di vaglia per sostituire il sempiterno Gherardini e ha scelta il meglio sul mercato. Varuzza aveva più volte manifestato la decisione di non allontanarsi di molto da casa per continuare con profitto gli studi universitari, una scelta condivisa anche da Muner sebbene nel caso dell’ex capitano Pienne sono stati problemi di lavoro a determinare il trasferimento. I due andranno a far compagnia ad un gruppo collaudato che comprende altri due giocatori di buon livello, il pivot Carlesso, e la guardia tiratrice Pin Dal Pos. Il roster è completato dalla guardia Masocco, dall’ala Rossetto e dall’ala pivot Bianchini. In arrivo, inoltre, un quattro che dovrebbe dare una mano sotto i tabelloni all’inossidabile Carlesso. 

Amici-Valvasone trentanni dopo

gruppo30annidopoAmici Pordenone (nella foto in maglia bianca)-Valvasone (maglia verde) trentanni dopo: la classe non è acqua. Le due formazioni a distanza di tre decenni dalla sfida che valeva la promozione in serie D hanno rigiocato la partita domenica regalando al divertito pubblico numeri di altissima scuola cestistica, solamente a velocità decisamente più ridotta. Il tabellino della partita arbitrata da Giuseppe Balducci, con indosso la maglietta con cui dirigeva trentanni fa il padre Mimmo.amici30valvasone30

AMICI PN-CENTER VALVASONE 40-34 (12-6, 19-19, 31-26)

AMICI PN: Giontella, Artico 8, P. Pascolo, R. Pascolo 2, Boccalon 12, Ferraris, Corazza 2, Boscariol 12, Rizzetto 4, Bomben, Vicenzotti. All. Darduin.

CENTER: Trangoni 3, Crucianelli 1, Favaretto 9, Pontisso 2, Vianello 4, Bagnarol 9, Brusin 2, Anastasia, D’Andrea, Moreale 2, Mazzon 2, C. Gri, F. Gri. All. F. Gri.

 

Finali nazionali under 15 eccellenza: il Nuovo Basket sconfitto sul filo di lana dai padroni di casa. Poi arrivano altri due stop e i pordenonesi salutano le finali

Aurora Desio – Nuovo Basket Pn 62-60 (16-16, 11-12, 10-11, 25-21)
DESIO: Lanzarini, Pandolfi, Blo, Capelli, Tonelli 3, Sarubbi, Galimberti 6, Vaghi 6, Cipolla 9, Maccan 9, Peri 18, Bollani. All. Ghirelli
PORDENONE: Caltran, Metellini 6, Damjanovic 12, Piccinin 2, Diana, Cozzarin, Erla, Botter, Stefani 13, De Santi 9, Oyeh 6, Pivetta 4. All. Starnoni

La partita nonostante i tentativi delle due squadre non riesce a trovare un vero e proprio padrone e si risolve solo negli ultimi secondi del quarto periodo. Il Nuovo Basket 2000 prova ad allungare in due occasioni, nel primo quarto (12-6) e nel terzo periodo (36-29), ma in entrambi i casi Desio riesce a riportare la situazione in parità. Nell’ultima frazione è invece l’Aurora a mettere a segno un break e da sotto 51-52 arriva a condurre 59-53, grazie a 6 punti consecutivi di Peri e ad un canestro di Cipolla. Pordenone torna sotto 56-59, ma Maccan a 10″ dalla fine dà nuovamente due possessi di vantaggio (61-56) alla squadra di casa. Il Nuovo Basket 2000 non ci sta ad arrendersi e con De Santi trova una tripla di tabella che vale il -3 (59-61) a 6″ dal termine. La partita è tutt’altro che chiusa, con la squadra di coach Starnoni che manda subito in lunetta Cipolla: 1 su 2 per lui e punteggio sul 62-59 in favore della squadra lombarda con 4″ ancora sul cronometro. Si arriva così a 85 centesimi dalla fine con Damjanovic ai liberi: il giocatore di Pordenone segna il primo e sbaglia volutamente il secondo, ma il rimbalzo finisce nelle mani di Desio e così si spengono anche le ultime speranze del Nuovo Basket 2000.

Le altre due partite.

BaskeTrieste – Nuovo Basket 2000 65-45 (18-6,  30-16, 48-29). NUOVO BASKET PORDENONE: Caltran 1, Metellini 8, Damjanovic 8, Piccinin, Diana, Cozzarin, Erla, Botter, Stefani 6, De Santi 14, Oyeh 8, Pivetta. All. Starnoni. Nuovo Basket 2000-Lido Roma 63-71 (18-19, 29-37, 52-52). NUOVO BASKET PORDENONE: Stefani 12, Botter, Erla, Cozzarin, Diana, Metellini 4, Damjanovic 6, De Santi 11, Oyeh 8, Pivetta 20, Caltran, Piccinin 2. All. Starnoni.

– tratto dal sito della Fip -

A Lignano la festa finale della Fip FVG: tutti i risultati

S’è tenuta, a Lignano, la festa di fine stagione organizzata dalla Fip Fvg con scopo benefico a favore di Time for Africa. Nel primo All star game, riservato alla categoria under 13, Est – Ovest 54-30. Mvp Andrea Lucchesi dell’Azzurra Trieste.

Nel secondo All star game a Lignano, riservato alla categoria under 14, Est – Ovest 45-35 (risultato progressivo 99-65). Mvp Matteo Schina dell’Azzurra Trieste.

Nel terzo All star game a Lignano, riservato alla categoria under 15, l’Ovest abbozza la rimonta: Est – Ovest 22-42 (risultato progressivo 121-107). Mvp Cristiano Bennici dell’Apu Udine.

Nel quarto All star game a Lignano, riservato alla categoria under 17, nuovo allungo dell’Est: Est – Ovest 32-25 (risultato progressivo 153-132). Mvp Samuel Zidaric della Pallacanestro Trieste 2004.

Nel quinto All star game a Lignano, riservato alla categoria under 19, l’Est mette le mani sulla vittoria finale: Est – Ovest 35-28 (risultato progressivo 188-160). Mvp Martin Ridolfi dello Jadran Trieste.

Nell’ultimo All star game a Lignano, riservato alla categoria senior C Fvg (foto Turco allegata), prevale l’Ovest, ma non basta perché festeggia l’Est: Est – Ovest 50-54 (risultato finale progressivo 238-214). Non è stato assegnato il titolo di Mvp.

A contorno dell’All star game, s’è giocata la finale di coppa Triveneto di serie D vinta da Basket Time Udine per 72-53 sul Solesino: per i friulani è doppietta con D Fvg. La finale di coppa Triveneto di C, Tarcento – Marcon, non s’è disputata per rinuncia dei veneziani. I tarcentini fanno il triplete 2015 con coppa Fvg, C Fvg e coppa Triveneto.

 

 

Per Antonia Peresson ancora una chiamata in azzurro: è il suo sesto campionato d’Europa, unica in italia

Antonia Peresson, pordenonese, play/guardia annata 1995, già in forza alla Reyer Venezia in A1 e quest’ultimo anno in NCAA con la Georgia Tech di Atlanta, Martina Mosetti, triestina, play/guardia annata 1995, già nel Famila Schio in A1, ed anche lei quest’anno in USA con il Boston College, e Stefania Trimboli, triestina, play annata 1996, quest’anno prima di Ginnastica Triestina in A1 e poi a Battipaglia, sono le tre rappresentanti della nostra regione nelle 12 giocatrici che vestiranno la maglia Azzurra della Nazionale U20 che parteciperà agli Europei di Lanzarote da 2 al 12 luglio. Small_6.AntoniaPERESSON_Italy_Un grande successo cestistico del Friuli Venezia Giulia che è la seconda regione come giocatrici convocate, dietro solo alla Lombardia con quattro.
Per Antonia Peresson una chiusura del ciclo delle Nazionali giovanili con un en plain di 6 Europei (2010 U16 Kozani, 2011 U16 Cagliari, 2012, U18 Bucarest, 2013 U18 Vukovar, 2014 U20 Udine e 2015 U20 Lanzarote) e 1 Mondiale (2013 U17 Amsterdam).

I convocati per la sfida di C regionale “EAST vs WEST”

DOMENICA 28 GIUGNO 2015, ORE 17.00 Lignano

ADAMI Michele  TOLMEZZO
IDELFONSO Fabiano TOLMEZZO
TAMIGI Gianluca  TOLMEZZO
DE SIMON Marco FAGAGNA
BARDINI Andrea FAGAGNA
CONTIN Davide  CERVIGNANO

DI JUST Jacopo CERVIGNANO
FLOREANI Tiziano UDINE BASKET CLUB
BOSIO Raffaele SAN DANIELE
GIRARDO Federico  CODROIPO
CRUZ FELIX Alberto LATISANA
GODINA Diego  SERVOLANA
PALOMBITA Giancarlo SERVOLANA
TEGHINI Michael  SERVOLANA
ZECCHIN Giacomo LATISANA
PETROVIC Daribor FOGLIANO
CIGLIANI Matteo BREG
CATENACCI Luca DON BOSCO TS
SCHINA Andrea DON BOSCO TS
BONETTA Luca BOR TS
NANUT Patrick  ROMANS

Grande successo a Fanna per il “weekend a canestro“

Grande soddisfazione per “weekend a canestro“ organizzato dal centro minibasket di Fanna dove si è contata la presenza di 21 bambini provenienti da Fanna, Cavasso Nuovo, Pordenone (Nuovobasket 2000), Pramaggiore e Portogruaro. Due giorni di minibasket e non solo dove i bambini hanno potuto dar modo al loro corpo di esprimersi anche in altri giochi. Sabato pomeriggio si sono divertiti (anche lo staff) con un maestro della squadra nazionale di tiro alla fune. Alla sera momento “ Mc Donald’s” dove l’entusiasmo era salito quando Chef Albertone detto “ Pavarotti”, iniziava a grigliare gli hamburger, mentre Chef Angelo e Francesca hanno deliziato i palati con ottime e particolari patatine fritte. Cotti e stracotti, proiezione del film poi tutti a nanna.
Domenica mattina altri giochi di minibasket per poi concludere il pomeriggio con l’arrivo dei genitori e una merenda da far deliziare i piu’ delicati golosoni. Grande soddisfazione dell’amministrazione comunale presente per l’evento domenica mattina a vedere un bel numero di bambini presenti con l’augurio di raddoppiare il prossimo anno. “Un ringraziamento -dichiarano gli organizzatori – a Meri Iannacone e Riccardo Sellan come staff tecnico, ad Alberto, Angelo
e Francesca gli chef che ci hanno deliziato in questi due giorni, all’amministrazione comunale e a Don Claudio per la disponibilità”.grizzofanna

ALL STAR GAME “EAST vs WEST” domenica 28 a Lignano

Festa di Fine Stagione
In occasione della Giornata di chiusura della stagione sportiva 2014/2015 ed in anticipo alla coppa Triveneto 2015, il Comitato Regionale Friuli Venezia Giulia organizza l’All Star  Game “East vs West” dedicato a selezioni di giocatori provenienti da tutte le provincie regionali.

Selezione giocatori. E’ stata affidata agli staff tecnici la selezione dei giocatori che comporranno le squadre All Star.  La Selezione East verrà composta da atleti delle province di Trieste e Gorizia mentre la selezione West da giocatori provenienti dalle province di Udine e Pordenone.

Numero giocatori. Le selezioni All Star potranno mettere a referto un numero massimo di 12 giocatori.

Tempo di gioco.  Tutte le gare si giocheranno su due tempi da 15’ con un intervallo di 10′.

Punteggio All Star Game. Si terrà un punteggio progressivo che partirà dallo 0 a 0 della prima sfida Under 13 fino al punteggio conclusivo dell’ultima gara All Star Senior.

Nulla osta. Le Società di appartenenza dei tesserati devono rilasciare il “Nulla osta” per i rispettivi convocati che dovrà essere consegnato agli allenatori delle Selezioni ad inizio gara.

Calendario All Star Game – Domenica 28 giugno – Palazzetto Comunale “Teghil”, V.le Europa, Lignano Sabbiadoro

Ore 10.45 ALL STAR GAME UNDER 13

Ore 12.00 ALL STAR GAME UNDER 14

Ore 13.15 ALL STAR GAME UNDER 15

Ore 14.30 ALL STAR GAME UNDER 17

Ore 15.45 ALL STAR GAME UNDER 19

Ore 17.00 ALL STAR GAME SENIOR

Ore 19.00 COPPA TRIVENETO SERIE D

Ore 21.00 COPPA TRIVENETO SERIE C

Si gioca con i palloni usati in categoria.

Commissario della Giornata: Sig. Sandro Bradamante

Time For Africa: Tutti i fondi che verranno raccolti saranno devoluti in beneficenza all’Associazione TIME FOR AFRICA e verranno usati per la costruzione di un campo da basket in una delle zone più povere del Sud Africa. Alla fine della manifestazione verranno regalate ai partecipanti le divise da gioco fornite
dal Comitato Regionale Friuli Venezia Giulia.

L’All star game senior prevederà la partecipazione dei giocatori di serie C e D Fvg. La finale di Coppa triveneto di D è Geatti Basket time Udine – Solesino, mentre quella di C è Fluidsystem80 Tarcento – Marcon. Queste due sfide, che non riguardano gli All star, si disputeranno sulla lunghezza regolamentare di quattro periodi da 10 minuti l’uno. Capitolo benefico: il desiderio è quello di far instaurare un profondo legame, sia cestistico sia umano, tra gli atleti per collegare la pallacanestro regionale con il sentimento di beneficenza. In questi termini è stata coinvolta, come già in passato, l’associazione Time for Africa di Udine attraverso il membro Alessandro Cabai e Andrea Campanotto. Durante la manifestazione saranno raccolte delle offerte, assolutamente libere, per uno scopo importante. Continuare a porre le basi economiche per realizzare piccoli impianti sportivi e culturali a Marikana, città nella parte settentrionale dello stato Sudafricano. L’associazione predisporrà uno spazio ristorativo nell’area esterna alla struttura sportiva per servire atleti, parenti e/o amici durante tutto l’arco della giornata.

In serie B prime operazioni di mercato

Le squadre partecipanti al campionato di Dnb hanno da tempo iniziato a comporre il roster. Udine è forse tra le ultime ad iniziare, in fin dei conti il nome del nuovo allenatore è stato ufficializzato solo qualche giorno addietro ma una volta investito della carica Lino Lardo ha subito iniziato a “provinare” giocatori. La location? Il sempiterno “Maranga” dove si sono riviste facce ben conosciute, Andrea Piazza ad esempio, un play che ricalca le peculiarità di Lardo, quando anch’egli, play naturale, dirigeva la squadra nel parquet. Del tutto inutile considerare Andrea riconfermato nel ruolo. Qualche cavallo di ritorno, Riccardo Truccolo, ha disputato un eccellente finale di campionato nelle fila dell’ Alto Sebino, forse gli è valso l’ingaggio. Anche il play Contento era presente ma al pari di Truccolo non si è allenato, evidentemente è persona conosciuta. I due virgulti di Spilimbergo, D’Andrea e Passudetti, un vero peccato non abbiano potuto disputare i campionati giovanili d’eccellenza, a questo punto sarebbero di certo punti fissi della prossima Apufontanelli e invece con ogni probabilità rimarranno a Spilimbergo. “Vittorio Nobile è un giocatore che ci interessa” ha dichiarato alla fine del vernissage il plenipotenziario Davide Micalich e a questo punto le possibilità che il giovane indossi la maglia di Udine sono davvero tante. Due i lunghi presenti, Molinaro e Medizza. Il primo ha impressionato per fisicità ed inoltre mostrato di essere cresciuto anche sotto il profilo della tecnica. Medizza è il classico quattro legnoso e sempre utile a rimbalzo, forse serve maggior talento nel girone nord della Dnb. “le maggiori difficoltà sono rappresentante dalla scelta della guardia tiratrice e del power forward – prosegue Davide Micalich – trovare una guardia con punti nella mani e un’ala con buona consistenza a rimbalzo e in gradi di andare con costanza in doppia cifra nei punti e impresa davvero ardua, sono comunque sicuro che risolveremo tutto in tempo utile.” Il cinque dovrebbe essere ancora Zacchetti, Poltroneri ha buone possibilità di restare, insomma per tre quinti la squadra è pronta (Piazza, Zacchetti e Poltroneri), il resto arriverà. Una delle poche società che non ha iniziato i provini è il Pienne, forse la squadra è già fatta? Intanto si segnalano solo partenze, di quella di Nobile abbiamo già parlato, ma non è l’unica. Quasi certo, a meno di catastrofi impensabili, la partenza di Matteo Varuzza, destinazione San Vendemiano. Varu ha rappresentato per anni l’eccellenza del lavoro dei tecnici pordenonesi a livello giovanile, se anche Matteo ha gettato la spugna allora è proprio finita. Ci sarebbe stato posto anche per Giulio Colamarino a Sanve ma l’esterno ha mire più ambiziose, vuole la Dnb, tanti auguri, ma Udine non cercava un due con tanti punti nella mani?

BASKET AMARCORD A VALVASONE: DOMENICA 28 SI RIGIOCA LA FINALE PROMOZIONE DEL 1984

Il 2 maggio 1984 (gara-1)  e il 6 maggio 1984 (gara-2) Amici del Basket Pordenone (nella foto) e Basket Center Valvasone giocarono la finale del campionato di promozione, con i pordenonesi che vinsero entrambi gli incontri, 108-89 e 104-85, e vennero promossi in serie D (allora c’era solo serie A, B C e D). Questi i due tabellini delle sfide.

AMICI-VALVASONE 108-89 (49-40)

AMICI PN: Boscariol, Rizzetto 12, Artico 10, Corazza 2, Vicenzotti 12, Viotto 12, Bomben 11, Giontella 4, Boccalon 27, Ferraris 18. All. Longhin. CENTER VAVASONE Brusin 11, C. Gri 21, Alberini 6, Vianello 6, Pontisso 19, Cossarizza, Bagnarol 22, F. Gri 4, Centis, Di Domenico. All. Lenarduzzi.

ARBITRI Braidotti e Cannistraro di Pordenone

VALVASONE-AMICI 85-104 (40-50)

VALVASONE: Brusin 8, C. Gri 18, Alberini 6, Vianello 15, D’Andrea, Bagnarol 28, F. Gri 2, Mazzon, Travani, Cossarizza 8. All. Lenarduzzi. AMICI PN  Boscariol 5, Rizzetto 7, Artico 4, Corazza 3, Vicenzotti 11, Viotto 15, Bomben 7, Giontella 6, Boccalon 26, Ferraris 20. All. Longhin

ARBITRI Vanghetti e Foramiti di PordenoneAMICI2

LA SFIDA, CON I GIOCATORI DI ALLORA SOLTANTO UN PO’…INVECCHIATI,  VIENE RIGIOCATA DOMENICA 28 GIUGNO IN PIAZZA A VALVASONE ALLE ORE 18

DEFINITIVO IL GIRONE DI SERIE B DEL PIENNE (se ci sarà)

Cambio di rotta. Dopo una prima stesura in cui le squadre del FVG erano state inserite con quelle dell’Emilia Romagna e della Toscana, ecco la nuovo composizione del girone B di serie B, composto da due regionali, due venete e 12 lombarde.

1) PIENNE

2) APU UDINE

3) VIRTUS PADOVA (neo-promossa)

4) VICENZA (neo-promossa)

5) BERGAMO

6) COSTA VOLPINO

7) ORZINUOVI

8) MONTICHIARI

9) LECCO

10) DESIO

11) MORTARA

12) PAVIA

13) CREMA

14) URANIA MILANO

15) SANGIORGESE

16) ROBUR VARESE

 

Piombo rovente

Quanto conta politicamente Pordenone in regione? La risposta è facile: zero. L’ultima prova si è avuta con la selezione del FVG dell’annata 2002 che ha partecipato al torneo Bulgheroni: nessun convocato della provincia pordenonese, nonostante in regione squadre pordenonesi abbiamo giocato al vertice (Torre, ad esempio). Si mormora poi che a un giocatore di Latisana sia stato fatto capire che va giocare a Udine o con le rappresentative ha chiuso.

La reale situazione in casa Pienne

“Cordata o non cordata, la serie B, in qualche modo, si farà. E’ una notizia confortante quella che dà il presidente del Pienne basket, Valter Santarossa. Ciò non significa che i problemi della società siano risolti, anzi: mai come in questo momento la situazione sembra difficile. «Però – afferma il massimo dirigente – rispetteremo la scadenza del 7 luglio fissata per l’iscrizione. Dopodiché, se non troveremo i soldi necessari a garantire una squadra di un certo livello, ci organizzeremo con i giovani e magari con un allenatore del posto”.

 

Questo dichiarava qualche giorno fa il presidente del Pienne al Messaggero veneto. Analizziamo la reale situazione del club.

ASPETTO ECONOMICO. Non c’è una lira, i vecchi sponsor si sono di fatto ritirati (Popolare Friuladria), tutti i contatti finora avuti hanno avuto esito negativo. Ci sono ancora diversi mesi di rimborsi spese da pagare a tecnici e giocatori. L’iscrizione costa alcune decine di migliaia di euro e per poter partecipare al campionato devono prima essere saldati tutti i sospesi.

ALLENATORI. Dei tre che erano in panchina la scorsa stagione due sono andati a Bergamo (Ciocca e Vicenzutto), uno a San Vendemiano (Tison). E’ stato fatto il nome di Spangaro per la nuova stagione, ma perché mai un allenatore dovrebbe bruciarsi e accettare una situazione del genere?

GIOCATORI SENIOR. Tesserati ci sono soltanto i due 1995 Nobile (che andrà però all’Apu Udine) e Begiqi. Gli altri sono tutti svincolati: Palombita è tra Monfalcone e un rientro a Trieste, Ferrari tra Apu e Tarcento, Zambon tra Tarcento e Corno, Varuzza deve solo scegliere (San Vendemiano, Caorle, Udine, Spilimbergo…), Colamarino ha dato mandato a un procuratore di cercare una sistemazione in A2 o B in giro per l’Italia, Visentin è rientrato per fine prestito alla Virtus Padova come Di Prampero al Casale Monferrato, Toscano è da tempo rientrato a Latina.

GIOCATORI GIOVANILI. Il Pienne non ne possiede. L’under 19 elite era composta da prestiti del Rorai, del Nuovo Basket e del Sistema. Altre squadre giovanili il club non ne ha. Dove potrebbe dunque trovare un gruppo di giovani che siano in grado di affrontare un campionato come la serie B?

Big Claudio: “Sola una persona può salvare il basket di livello in città: Chiara Mio!”

A dar credito alla carta stampata il Pienne è praticamente certo, almeno per un’altra stagione, di esistere. “L’iscrizione alla Dnb si farà” queste le parole del presidente Walter Santarossa, e la cosa pare del tutto possibile, senza iscriversi, infatti, il sodalizio andrebbe incontro alla perdita totale di tutti i residui diritti. Presentarsi al via del torneo con una squadra, una dirigenza e un allenatore è altra storia. “Ci arrangeremo con i giovani e un allenatore del posto” sempre dichiarazione del massimo dirigente, ma chi sarebbero i giovani? Il Pienne nello scorso campionato ha messo insieme una sola squadra giovanile e nessun giocatore, dicasi nessuno, è di proprietà del Pienne. Anche l’affiliato ( a parole e talvolta non con i fatti) Sistema ha ben pochi effettivi a cartellino e non si tratta di elementi “edibili” in Dnb, davvero misteriosi, quindi, i giovani che verranno impiegati. Nel frattempo il gossip impazza a qualsivoglia livello. “ Non abbiamo partecipato ad alcun incontro – parla per tutti l’ex presidente Maurizio Polignano – ho ricevuto solo un paio di telefonate informative su un possibile intervento di un gruppo di persone di Cordenons, informazioni superficiali non certo trattative!” Insomma non ci sono ripensamenti, il vecchio gruppo è decisamente out, spazio quindi a quanti hanno più volte giudicato salvabile il Pienne senza la presenza degli indesiderati soci fondatori. Inutile dilungarsi sulle varie possibilità di intervento, sino a questo momento non ci sono dichiarazioni ufficiali e di chiacchiere Pordenone ha fatto il pieno in tante, troppe occasioni. Una sola persona può risultare decisiva per il movimento cittadino ed è l’illustre economista Chiara Mio. Il suo insediamento ai vertici dell’istituto di credito per eccellenza della città e l’attenzione con la quale la dirigente ha seguito le vicende del basket cittadino nella passata stagione potrebbero risultare davvero importanti. Indiscrezioni parlano di un primo “è davvero finita”, da parte della presidente alla fine del campionato, altre e ben più credibili fonti, informano su un’iniziativa in essere dove oltre all’istituto di credito verrebbero interessate aziende in espansione nella provincia. Sola una persona può quindi salvare il basket di livello in città: Chiara Mio!fontanelli

Bulgheroni 2015 – ultima giornata: quarto posto per la rappresentativa FVG maschile, quinte le ragazze

Oggi, ultima giornata al Trofeo Bulgheroni di Bormio per rappresentative regionali maschili e femminili classe 2002.

Maschile. Il Fvg di coach Matteo Ivancich e del suo vice Giuseppe D’Amelio cade 31-66 (9-19, 19-34, 28-54) contro la Toscana e chiude quarto. Il tabellino Fvg: Blasi, Ottolino 1, Devetta, Di Giovanni 4, Crocenzi 7, Zoratto, Poboni 10, Furlan 6, Dudine, Boglich 1, Finatti 3, Furlanis 3.

Femminile. Azzurrina Fvg di coach Roberto Fazzi e del suo vice Gabriele Terenzani supera 55-39 il Piemonte e chiude quinta. Il tabellino Fvg: Boufrou 7, Cella 2, Clemente 4, Condolo 6, Fabbrfvg femmfvg mascho 4, Fregonese 9, Leonardi 12, Maiola 1, Raffin, Russian, Turel 8, Bolzonella 2.

Nominations Fvg Hall of fame 2015

In concomitanza con l’Europeo under 20 maschile organizzato dal 7 al 19 luglio prossimi a Lignano Sabbiadoro, la Fip Fvg rinnova l’appuntamento con la premiazione della Fvg Hall of fame istituita nel 2014 quando vennero premiati Tonino Zorzi nella categoria allenatori e Giacomo Galanda in quella giocatori durante le finali nazionali DNG under 19 maschili di Udine. Sono queste le nominations al vaglio della commissione votante per l’edizione 2015 che prevede pure la novità dell’inserimento della categoria arbitri.

Allenatori: Bogdan Tanjevic e Cesare Rubini (alla memoria)

Giocatori: Gianfranco Pieri, Paolo Vittori e Giuseppe Brumatti (alla memoria)

Arbitri: Giorgio Gorlato, Elio Luglini (alla memoria) e Guerrino Cerebuch.

 

Bulgheroni 2015 – quarta giornata. Riposo per la rappresentativa FVG maschile, a segno quella femminile

Oggi, quarta giornata del Trofeo Bulgheroni a Bormio per rappresentative regionali maschili e femminili classe 2002.

Maschile. Turno di riposo per il Fvg di coach Matteo Ivancich e del suo vice Giuseppe D’Amelio che, chiuso al secondo posto il proprio girone eliminatorio, domani alle 13 sfida la Toscana nella finale per il 3° e 4° posto.

Femminile. Azzurrina Fvg di coach Roberto Fazzi e del suo vice Gabriele Terenzani supera 65-50 la Liguria e accede alla finale per il 5° e 6° posto domani, alle 9, contro il Piemonte. Il tabellino odierno di Azzurrina Fvg: Boufrou 2, Cella, Clemente, Condolo 10, Fabbro 8, Fregonese 12, Leonardi 12, Maiola 2, Raffin, Russian, Turel 15, Bolzonella 4.

Lino Lardo è il nuovo allenatore dell’Apu Udine

La società Apu Gsa Udine è lieta di annunciare Lino Lardo quale nuovo allenatore della prima squadra che parteciperà al campionato di serie B 2015/2016. Il coach ha sposato con entusiasmo il progetto presentatogli dal presidente Alessandro Pedone, felice di aver portato a Udine uno degli allenatori più quotati e prestigiosi del basket italiano. Prima di iniziare la sua carriera di tecnico, Lardo ha giocato ad alti livelli (fra A1 e B1) per diversi anni. Bergamo è la città che ha segnato il suo passaggio dalla carriera di giocatore a quella di allenatore. Infatti, è lì che decide di smettere di giocare, diventando nella stagione 1996/97 assistente di Carlo Recalcati e assumendo, nella stagione successiva, la carica di head-coach. Sulla panchina di Bergamo conquista la promozione in A2 nel 2001 e nel campionato seguente si trasferisce a Verona. Successivamente, allena per due anni la Viola Reggio Calabria (dal 2002 al 2004), che costituisce il suo definitivo trampolino di lancio. In riva allo Stretto si guadagna la nomina di miglior allenatore dell’anno e l’interesse dei grandi club. La sua carriera prosegue, infatti, all’Olimpia Milano. Lardo guida Milano alla finale scudetto 2005, persa contro la Fortitudo Bologna grazie al canestro dell’istant replay segnato da Douglas. Nel 2006, viene scelto dalla Nuova Sebastiani Rieti di A2. Conduce il club laziale ad una stagione trionfale, con la vittorilardoa della coppa Italia di categoria e la promozione nel massimo campionato. La sua avventura sulla panchina di Rieti termina nel giugno del 2009. E’ l’anticamera dell’approdo ad un altro tra i club più prestigiosi del basket italiano, la Virtus Bologna, dove lavora per due stagioni. Nel 2011, sottoscrive un contratto con la Virtus Roma. Con la società capitolina, il rapporto s’interrompe nel gennaio del 2012. Nel 2013, vive un’esperienza assai diversa, sul profilo personale e professionale, lavorando quattro mesi con la società libanese dell’Amchit. Poi, due stagioni a Trapani in Legadue prima dello sbarco in Friuli. Benvenuto all’Apu Gsa, coach!
La conferenza stampa di presentazione di coach Lardo si terrà la prossima settimana: seguirà comunicazione con indicazione di data, orario e luogo.

LA SCHEDA
Nome: Lino
Cognome: Lardo
Data di nascita: 16/07/1959
Luogo di nascita: Albenga (Savona)
Provenienza: Trapani (serie A2 Gold)

MASSIMO FONTANINI
Ufficio Stampa e Comunicazione
APU Udine

Bulgheroni 2015 – terza giornata: una vittoria e una sconfitta per il FVG

Oggi, terza giornata del Trofeo Bulgheroni a Bormio per rappresentative regionali maschili e femminili classe 2002.

Maschile. Il Fvg di coach Matteo Ivancich e del suo vice Giuseppe D’Amelio supera 68-49 (9-14, 31-25, 51-36) il Trentino Alto Adige. Il tabellino: Blasi, Ottolino 5, Devetta 9, Di Giovanni, Crocenzi 14, Zoratto, Poboni 20, Furlan 10, Dudine, Boglich 2, Finatti 5, Furlanis 3. Domani, riposo per il Fvg che torna in campo sabato.

Femminile. Azzurrina Fvg di coach Roberto Fazzi e del suo vice Gabriele Terenzani perde 54-73 contro l’Emilia Romagna e chiude al terzo posto il girone eliminatorio A. Domani, alle 10, Fvg – Liguria è una semifinale per la classificazione dal 5° all’8° posto.